PISA. La costruzione del decoro urbano tra Cinquecento e Seicento

Laura Benassi

La legislazione granducale in materia di edilizia tra XVI e XVII secolo e la sua applicazione nella città di Pisa

 

Nel 1550 il Granduca di Toscana Cosimo I emana una legge «in commodo di quelli che volessino edificare per tutto il suo felice stato». L’intento è quello di rinnovare l’edilizia pubblica e privata del Granducato, dando un’immagine nuova alla città e attribuendo ai suoi spazi funzioni diverse. Con queste disposizioni, relative a tutto il dominio, ossia a tutto il ‘felice stato’, si sostituiscono in parte le antiche norme statutarie comunali relative all’attività edilizia.

 

Per leggere per intero il contributo in versione pdf cliccare qui

 
Piazza dei Cavalieri, 3 - 56126 Pisa - Italia
tel: (0039) 050.509722 E-mail:municipalia@sns.it