PISA. Un lungo Trecento signorile.

Giovanni Ciccaglioni

Note sui rapporti tra i signori pisani e il patrimonio culturale cittadino nel Trecento

 

 

 

Chi è interessato a studiare le signorie cittadine a Pisa non ha che l’imbarazzo della scelta. In quello che possiamo definire un “lungo Trecento signorile” sperimentarono forme differenti di dominio personale membri delle più importanti casate aristocratiche locali, condottieri ghibellini, esponenti di famiglie del Popolo cittadino, imperatori e signori forestieri.

Una volta compiuta la propria scelta, su uno o più personaggi, su un tema
storiografico, il nostro ricercatore non avrebbe che da andare in archivio, magari dopo una prima ricognizione bibliografica, per iniziare a familiarizzare con le risorse documentarie a disposizione. A questo punto però egli avrebbe la prima sorpresa, si troverebbe a fronteggiare il primo problema, o meglio a fare i conti con una peculiarità della storia pisana bassomedievale: la sostanziale assenza di documentazione signorile.

 

Per leggere tutto l'intervento, in formato pdf, cliccare qui
 
Piazza dei Cavalieri, 3 - 56126 Pisa - Italia
tel: (0039) 050.509722 E-mail:municipalia@sns.it